Skip to content Skip to footer

Piero Rolla

Piero Rolla, nasce a Livorno nel 1969 e nella città toscana vive tuttora.
Fin da giovane si sviluppa in lui un amore profondo per l’arte che lo porta a sperimentare varie tecniche. Oggi, è considerato un artista a tutto tondo, anche se si è specializzato nell’arte concettuale.
Ha esposto le sue opere sia in Italia che all’estero, a partire dal 1997 con la Personale presso il Circolo Ufficiali Livorno e, l’anno successivo, con varie collettive cittadine, quindi, nel 1999, la Personale Ensemble Livorno. Nel 2000 si aggiudica il Trofeo Accademia Navale Livorno.
Tra le esposizioni che lo hanno visto protagonista negli anni 2000 vi sono la Collettiva Rolla Lorenzelli Mischi (2001), la Personale Circolo culturale Michon (2001), la Biennale Internazionale Arte Contemporanea in Austria (2002), la Biennale Internazionale Arte Firenze (2003), Scultura permanente Centro Basaglia (2003), Province d’arte Firenze Palazzo Panciatichi (2004), Vernice Art Fair Forlì (2004), la Biennale Internazionale Arte Firenze Fortezza da basso (2005), Collettiva Barcellona Spagna (2006), Collettiva Rolla Fiengo (2008)
Dopo il 2010 sente la necessità di una pausa per riflettere sulla sua arte, ma ben presto riprende a scolpire con ritrovato entusiasmo. Nel 2020, tuttavia, gli viene diagnosticato un tumore con aspettativa di vita di un anno. Combatte contro la malattia e gli effetti di ben due operazioni e delle cure chemioterapiche. “Eccomi ancora qui con i miei PUNTI ACCAPO. -dice- che, inizialmente, rappresentavano la mia storia, ma adesso sono consapevole che rappresentino il fallimento della razza umana. Spero che questo che viviamo sia il PUNTO di una nuova era, più umana, più consapevole della bellezza della vita e più rispettosa delle persone, senza limiti e barriere.